Il Prc esprime la propria solidarietà agli attivisti e alle attiviste di Stop Biocidio, denunciati dal presidente della Giunta regionale dopo la manifestazione di protesta contro la disastrosa gestione regionale in materia di rifiuti ed ambiente, tenutasi ad Aversa nei giorni scorsi.
L’accusa di De Luca è che sarebbero stati lanciati al suo indirizzo un paio di sacchetti di immondizia.
Senza avere il senso della misura, quasi fossero volate in aria pietre o peggio, De Luca qualifica i suoi contestatori (lo sta facendo freneticamente in decine di interviste) con l’appellativo infamante di “squadristi”.
Al vivace e collerico governatore della Campania possiamo solo raccomandare maggiore sobrietà nel linguaggio e maggiore considerazione delle istanze della cittadinanza. Quelli che lo hanno contestato sono infatti uomini e donne che da anni si battono contro la devastazione ambientale, contro l’avvelenamento di vastissime aree del nostro territorio e contro la inerzia colpevole degli enti pubblici, a cominciare proprio dall’ente Regione.
Noi confidiamo che al dramma della “terra dei fuochi” la magistratura non risponderà oggi con la beffa amara di un processo “per violenza”, sulla base dell’assurda equiparazione deluchiana dei sacchetti di immondizia coi corpi contundenti.
In ogni caso, il Prc sarà sempre al fianco di chi lotta e giustamente rivendica, qui in Campania, un ambiente salubre e a misura di essere umano.

Rino Malinconico
Segretario del Prc della Campania