Riportiamo la lettera di Nicoletta Dosio dal carcere